Fabrizio DICIOTTI, Gabriella MONZEGLIO: Taurinus – la città medievale.

Per comodità poniamo che per Torino il Medioevo cominci con l’invasione dei Longobardi alla fine del VI sec. d.C. Tra il VI e l’VIII secolo Taurinus vive un periodo travagliato in quanto capitale di un ducato longobardo al confine con i Franchi e teatro di tensioni religiose tra la popolazione cristiana e gli invasori ariani. La città si spopola e, tra le vestigia delle glorie romane, pascola il bestiame e cresce la verdura. Le strade lastricate sono spesso coperte dal terriccio ed il loro tracciato comincia a venire modificato dalle nuove abitazioni di legno. Torino non muore per questo: la componente longobarda si fonde probabilmente con gli abitanti e la vita municipale non cessa grazie al mantenimento del primato religioso (è sede di diocesi) amministrativo (è sede della corte ducale) economico (è ormai quasi accettato dagli storici che i commerci in questo periodo non cessano del tutto, pur vivendo una grave crisi, e Torino resta un nodo di vie commerciali).

L’articolo completo lo trovi in http://www.archeomedia.net, alla pagina:

Fabrizio DICIOTTI, Gabriella MONZEGLIO: Taurinus – la città medievale

Autore: Fabrizio Diciotti e Gabriella Monzeglio