Narcisa FARGNOLI: L’Assunta del Vecchietta a Montemerano Restauro e nuove proposte di lettura”

Montemerano, piccolo borgo medievale fra i più caratteristici di tutta la Maremma, conserva una collezione di dipinti e sculture di scuola senese di inestimabile valore, tra cui la pala d’altare in legno policromo con l’Assunta del Vecchietta. Il terzo volume della collana dedicata alla Soprintendenza senese e alla valorizzazione della sua attività di tutela, recupero e ricerca sul territorio, illustra il recente lavoro di restauro di questa importante pala quattrocentesca, evidenziandone le particolarità tecniche e l’altissima qualità di esecuzione.

Articolata in tre capitoli – il primo dedicato alla iconografia dell’Assunta, il secondo alla fortuna critica dell’opera, il terzo al lavoro di restauro vero e proprio – la pubblicazione è corredata da una ricca documentazione fotografica e di un’aggiornatissima bibliografia.

L’autrice affronta il tema iconografico dell’Assunzione, anche in relazione all’importanza della figura della Vergine come simbolo religioso e civile della città di Siena, e ripercorre tutta l’attività dell’artista cogliendo le relazioni tra la pala lignea di Montemerano e le altre dello stesso soggetto, scolpite o dipinte dal Vecchietta nel corso della sua lunga esperienza: dalla famosa Assunta pientina del 1462 (per il Duomo voluto da Pio II) all’Assunta lignea conservata a Lucca nel museo di Villa Guinigi e ad altre preziose testimonianze di questa rara tipologia.

Il restauro, che ha riportato alla luce il modellato originale falsato dalle numerose ridipinture, le caratteristiche costruttive della pala e la raffinata eleganza della policromia, consente di confermare la pala di Montemerano come opera eseguita da Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta, la personalità più originale e innovativa del Quattrocento senese.

Ali edizioni, Asciano Si, 2004, pp. 112, ill. 49, ISBN 88-88769-08-0; € 28.

Info: tel/fax 0577 700020 – URL: www.ali-edizioni.com – E-mail: ali@ali-edizioni.com