Aniello LANGELLA, La casa pompeiana come luogo di culto.

Il luogo di culto era quello spazio della casa o della città, dove ciascun cittadino poteva esercitare in maniera esplicita e anche privata la propria vicinanza al dio. Poteva essere quello spazio riservato e spessissimo privato, dove ognuno poteva professare la medesima fede in maniera celata, senza necessariamente manifestarlo e renderne partecipi gli altri. Il dio…


Per leggere l’intero studio, vai a >>>


 


 

Autore: Aniello Langella